I 10 borghi meno popolati

Italia

Ci sono molti borghi in Italia dove la vita scorre ancora lenta e il senso della realtà quasi si perde. Si tratta di paesi dove, purtroppo, vivono poche persone, in alcuni casi non più di 70. 

Di seguito un’indicazione dei dieci meno abitati.

Clicca per mettere in valigia

Pedesina si trova in provincia di Sondrio e raggiunge a malapena i quaranta abitanti. Il comune è circondate dalle Alpi Orobie e da fitti boschi ed è famoso per il formaggio che tuttora vi viene prodotto: il Bitto DOP. Esiste un solo negozio che funge da bar, alimentari e punto d’informazione per i turisti.

Moncenisio conta circa trenta abitanti ed è situato nella Val Cenischia, a circa 70 km a nord-ovest da Torino. Il borgo è rinomato per la presenza del lago omonimo, immerso in uno scenario incantevole tra montagne, pascoli e rocce che ricorda quasi i paesaggi del nord Europa.

Morterone è un piccolo centro di trentaquattro abitanti nella provincia di Lecco. Qui i luoghi sono molto adatti a turisti e sportivi che possono divertirsi praticando il trekking, passeggiando verso il monte Resegone o percorrendo i numerosi sentieri montani in mountain bike. Inoltre, non può mancare una visita al Museo di arte contemporanea all’aperto: 30 opere di pittura e scultura realizzate da artisti italiani e stranieri, tuttora in divenire.

Cervatto è un borgo molto caratteristico della Valsesia in provincia di Vercelli. Abitato da poco più di cinquanta persone, è meta però di turisti che amano l’aria pura di montagna. La bellezza della natura e dei percorsi (tra cui quello dell'Arte e il percorso Valli della Fede) incontra quella delle numerose baite e della villa-castello che domina il paese.

Il paese di Ingria, in provincia di Torino, si trova in Val Soana. Dagli inizi del Novecento ha subìto un progressivo spopolamento che ne fa oggi uno dei borghi meno abitati. Da visitare nella zona le caratteristiche case in pietra e il paese di Pasturera.

Menarola, che ora fa parte del comune di Gordona, in provincia di Sondrio, è un paese di circa 47 abitanti. Il posto è ideale per la posizione, infatti si trova molto vicino alla Valle della Fòrcola, dove alcuni passi di montagna portano fino in Svizzera.

Briga Alta, in provincia di Cuneo, è un comune di circa trentanove abitanti diviso in tre frazioni: Piaggia, Carnino e Upega. Chi si trova a passare da queste parti potrà avventurarsi alla Gola delle Fascette (Upega), verso il bosco delle Navette (Upega) e nel Parco naturale del Marguareis (Carnino).

Macra, in provincia di Cuneo, è un borgo di poco più di cinquanta abitanti situato nella Valle Maira. Da visitare ci sono alcune cappelle e un mulino ma, soprattutto, molti sentieri, come quello dei Ciclamini. Questo percorso è adatto a tutti e, passeggiando seguendo i pannelli segnaletici, si fa un vero e proprio salto nel medioevo attraverso paesini davvero suggestivi.

Sabbia era un comune di cinquanta abitanti della Val Mastellone, ora incorporato in quello di Varallo, provincia di Vercelli. Nella frazione sono stati trovati importanti resti archeologici appartenenti alla popolazione celta, come i massi "coppellati" che si usavano per i riti religiosi.

Valmala, paese di quarantanove abitanti, si trova in Val Varaita, provincia di Cuneo. Di grande rilievo è il Santuario della Madonna della Misericordia, visitato ogni anno da molti pellegrini e costruito in onore della Madonna che qui apparve molte volte in passato. La località è circondata anche da diverse piste da sci.Menzione speciale per la nota Civita di Bagnoregio, conosciuta anche come la Città che muore. Proprio per il suo destino di città decadente si è progressivamente spopolata e ad oggi conta solo 11 abitanti, ma ciò non fa altro che accrescerne il fascino attirando migliaia di visitatori ogni anno.

Mondo Vacanze Geniali

Contatti

Pubblicità

Informativa

Privacy Policy

Tipologia Viaggiatore

Animali Bambini Benessere e Relax Bio e Natura

La tua valigia contiene: